[Colonne sonore dal futuro] Il giglio d'oro

by - ottobre 20, 2017



Buongiorno lettori! Oggi parliamo di spazio e di amore, e lo facciamo attraverso lo YA a sfondo Sci-fi, edito da DeAgostiniIl giglio d'oro. E' Laura Facchi a pubblicare il suo romanzo d'esordio nella narrativa per ragazzi: Il giglio d'oro.

     IL GIGLIO D'ORO
    di Laura Facchi   
    
      CASA EDITRICE: DeAgostini
      GENERE: Fantascienza (Young Adult)
      COLLANA: DeA Planeta Libri
      SERIE: -
      PAGINE: 336
      FORMATO: Cartonato con sovraccoperta
      PREZZO: 14,90 euro
      DATA D'USCITA: 03.10.2017
      LINK D'ACQUISTO AMAZON: QUI


TRAMA: OCCHI VIOLA COME UNO SMALTO CHANEL, CAPELLI BIANCHI COME IL GHIACCIO E UNA STRANA MACCHIA DORATA A FORMA DI GIGLIO SULLA SPALLA. ASTRID E' DIVERSA DA TUTTE LE RAGAZZA CHE CONOSCE E L'HA SEMPRE SAPUTO. PER LEI QUEL FIORE CHE BRUCIA SULLA PELLE E' SOLO UNA DELLE TANTE STRANEZZE CHE LA RENDONO UN TIPO DA CUI E' MEGLIO STARE ALLA LARGA. NASCONDERLO E' L'UNICO MODO PER SENTIRSI NORMALE. ANCHE KAMI, A MILIARDI DI CHILOMETRI DI DISTANZA, VORREBBE SENTIRSI NORMALE. E' IL FIGLIO DEL TIRANNO DI LUNDEA, CHE HA MESSO IN GINOCCHIO IL PIANETA, E CERCA UN MODO PER RISCATTARE SE STESSO E IL SUO POPOLO. KAMI E ASTRID NON SI CONOSCONO, MA SONO PIU' SIMILI DI QUANTO POTREBBERO MAI IMMAGINARE. PERCHE' LUNDEA E LA TERRA SONO PIANETI GEMELLI, UNITI DA UN LEGAME INDISSOLUBILE DI ENERGIA. OGNI VOLTA CHE SULLA TERRA NASCE UNA PERSONA, NE NASCE UNA ANCHE SU LUNDEA, E QUANDO MUORE, ANCHE IL SUO DOPPIO SUBISCE LA STESSA SORTE. NESSUNO E' IMMUNE A QUESTO MECCANISMO, TRANNE I GIGLI D'ORO. ESSERI UNICI E STRAORDINARI CHE ORMAI STANNO DIVENTANDO SEMPRE PIU' RARI. E MENTRE KAMI CERCA IL GIGLIO D'ORO CHE POSSA SALVARE LA SUA GENTE, ASTRID, SULLA TERRA, SCOPRE L'AMORE, PROPRIO QUANDO UNA VERITA' ECCEZIONALE E SPAVENTOSA LA SCARAVENTA SULL'ORLO DI UN BARATRO IN FONDO AL QUALE LA ATTENDE UNA SCELTA DOLOROSA. LA PIU' DOLOROSA DI TUTTA LA SUA VITA.



Fantascienza, amore e un mistero avvolto nelle profondità dello spazio. Tutte premesse a uno splendido romanzo sci-fi, adatto a un pubblico giovane e intrepido. L'autrice è l'italiana Laura Facchi che, con Il giglio d'oro, fa il suo esordio nella letteratura per ragazzi, pubblicando il volume con DeAgostini.

Ora che ho smesso di urlare, tutto intorno è silenzio. Mi alzo da terra tremando, tengo gli occhi incollati a quelli di mio padre.

Astrid vive in una piccola località montana, dove tutti si conoscono, lontana dalle comodità. Ma non è solo questo a renderla diversa dai suoi coetanei. Il suo aspetto fisico la rende unica: occhi viola e capelli quasi del tutto bianchi. Esattamente come sua madre, Chiara Alba, morta quando lei era troppo piccola per ricordare.
La sua vita all'improvviso si trasforma con l'arrivo di un curioso guscio volante, che sembra non volerla lasciare sola. 
Kami vive su Lundea, pianeta perfettamente speculare alla Terra. Stessi paesaggi, mari e pianure, ma molto diverso per la cura che i lundeani hanno verso la natura. Non c'è inquinamento, né deturpazione dell'ambiente.
I due pianeti non sono solo speculari per caratteristiche fisiche, ma creano un vero e proprio legame tra le persone che ci vivono. Ogni volta che sulla Terra nasce un essere umano, su Lundea nasce il suo doppio. Stessa cosa vale per la morte. Se un terrestre muore, si spegne anche il suo doppio lundeano. Ma non è così per tutti. I cosiddetti gigli d'oro sono unici, non hanno doppi.
Mentre la vita di Astrid cambia all'improvviso, quella di Kami precipita nel totale sconforto dopo aver scoperto chi è davvero Grondon, suo padre. Un tiranno i cui nobili ideali si sono trasformati in un vero e proprio mezzo per mettere in ginocchio l'intero pianeta. 
Inizierà per entrambi un viaggio alla scoperta di loro stessi, lontani, ma allo stesso tempo più vicini di quanto immaginano.
                                                 
Suo padre diceva sempre che gli Sterminatori sono come i cani da caccia addestrati dai terrestri, quando hanno fiutato una preda non mollano fino a che non la agguantano. 

La narrazione è un alternarsi fra punto di vista di Astrid, in prima persona, e quello di Kami, in terza. Forse è questo il primo punto che non convince. Il giglio d'oro ha splendide premesse, ma, a mio parere, non è sviluppato al meglio. La narrazione stenta a decollare, arrivando addirittura a essere noiosa e scontata. Non lascia il lettore assaporare la storia, i personaggi. Non mi sono posta domande su come andasse a finire; il mio unico desiderio era finirlo.
Il primo aspetto che non dà armonia alla lettura è proprio il doppio punto di vista, così come strutturato. Il passaggio dalla prima alla terza persona spezza di continuo la narrazione. 
Il secondo elemento che non sono riuscita ad apprezzare è la caratterizzazione dei personaggi. Una volta impostate le premesse per entrambi (Astrid e Kami), i due non li ho trovati dinamici, reali. La loro presenza smorza del tutto i toni del romanzo, affiancati, per di più, da personaggi secondari quasi inesistenti. 
L'ho trovato in generale fiacco, poco incisivo. 
Elemento invece a favore è l'idea. Originale e mai letta prima, è stato curioso leggere del meccanismo dei doppi e dei due pianeti gemelli. 
Sappiate che Il giglio d'oro non è uno stand-alone. Si preannuncia un seguito e spero che non tardi ad arrivare. Sono sicura che tenendo come base il primo volume, che mette comunque molta carne al fuoco, nel secondo ci si potrà concentrare sui personaggi, renderli più caratterizzati, dando a tutto l'intreccio una svolta più incisiva.
    

  











Potrebbero anche interessarti

0 commenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Contenuti © Bookitipy