16 giugno 2017

Recensione • Time Deal

Time Deal di Leonardo Patrignani
Casa editrice: DeAgostini
Genere: Fantascienza/Distopico
Collana: DeA Planeta Libri
Pagine: 480
Formato: Cartonato con sovraccoperta
Prezzo: 14,90 euro
Link d'acquisto: QUI

Trama

Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l'ha vista per la prima volta, e se n'è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l'avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora. Una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall'inquinamento, in cui l'aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all'arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l'invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali. La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall'altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento.
Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre.

Recensione

Buongiorno lettori e bentrovati ad una nuova, attesa recensione!
Oggi parliamo di "Time Deal", il nuovissimo romanzo dell'autore nostrano Leonardo Patrignani.
Arrivo a parlarvene con qualche giorno di ritardo rispetto all'uscita (martedì 13 giugno) perché mi sono voluta gustare il volume fino all'ultima pagina e mi sono presa poi il tempo per riordinare le idee, che fidatevi erano tante!
Inutile dirvi che quando si parla di distopia non posso che fiondarmici e anche stavolta mi trovo "costretta" a consigliarvi un romanzo.
Intanto perché è scritto bene e ormai sapete quanto ci tengo allo stile di uno scrittore, al modo di descrivere luoghi, personaggi ed emozioni. Leonardo ci riesce appieno senza mai sembrare pesante. Si fa strada nella mente del lettore a piccoli passi, per poi coinvolgerlo appieno.
Riesce a tenere con il fiato sospeso e ci regala una narrazione mai banale.

Cosa accadrebbe se si scoprisse la vita eterna?
Un modo per vivere potenzialmente per sempre.
Voi accettereste?
Ma a che prezzo? 


Ci troviamo ad Aurora, piccola isola del Pacifico, ultimo faro in un mondo ormai dilaniato dagli effetti di guerre e di conflitti nucleari passati. La vita qui scorre ancora, le radiazioni non hanno toccato picchi estremi come nel resto della Terra e gli essere umani possono condurre una vita quasi normale. L'età media però si è notevolmente abbassata e da qualche anno si sono fatte strada fra la popolazione le idee della casa farmaceutica TD Pharma, che ha scoperto un modo per fermare l'invecchiamento cellulare. Ciò significa che potenzialmente coloro che si prestano a questa "semplice" iniezione, fisicamente si arrestano a quel preciso momento, per poi evolvere solo psicologicamente.
Il momento storico in cui conosciamo Julian e Aileen, i due adolescenti protagonisti, è difficile. Ormai la TD Pharma non si accontenta di ottenere affiliazioni consenzienti ma inizia una campagna di coinvolgimento piuttosto costrittivo.
Mentre Aileen, figlia di due noti avvocati e grandi sostenitori del Time Deal, è stata costretta dai genitori a farsi somministrare il TD a 15 anni, Julian, orfano e costretto a crescere troppo in fretta, rifiuta l'idea di non poter invecchiare. Ma non è tutto. Nessuno ha mai chiarito quelli che potrebbero essere gli effetti collaterali di un tale farmaco, ma soprattutto le ricadute sociali dello stesso..

Dopo una lettura talmente coinvolgente, devo ringraziare scrittori come Leonardo che, grazie al loro talento, si fanno strada tra gli infiniti romanzi "Young Adult" offrendo una narrativa di livello. Insomma, quando ti trovi di fronte ad una tale passione e bravura, da lettore non puoi che innamorartene. E l'autore ci riesce appieno.
Il romanzo segue le vicende drammatiche dei protagonisti offrendoci una narrazione in terza persona. I capitoli si susseguono dinamici e impetuosi.
Ho amato ogni personaggio, ogni sfaccettatura che ne distingue i caratteri. Per non parlare dell'ambientazione post - apocalittica che per me fa guadagnare al romanzo un punto in più a prescindere!

Uno dei temi che Leonardo affronta è certamente quello del progresso, in tal caso portato allo stremo, tanto da risultare la cornice perfetta per il mondo distopico qui tratteggiato. Progresso, che si identifica nella lotta serrata al raggiungimento di una tanto agognata vita eterna. In realtà più che "vita eterna", grazie al Time Deal, si ottiene una "giovinezza eterna". Forse questo è il dramma peggiore: evolvere psicologicamente, rimanendo gli stessi fisicamente. Il più delle volte adulti imprigionati in corpi di adolescenti. Spesso i protagonisti addirittura faticano ad identificare la reale età di chi incontrano e dei propri interlocutori.
Altro tema toccato dall'autore e che permea l'intera narrazione è quello dell'"affidarsi" ciecamente a chi detiene il potere. In tal caso la TD Pharma che, attraverso il proprio slogan, promette un'eterna giovinezza. Pochi, tra cui Julian, hanno davvero il coraggio di opporsi, di indagare, di porsi domande. E' proprio sull'assenza di queste tre condizioni che la TD Pharma gioca. Sul totale affidamento dei cittadini a vane ma allettanti promesse.

Ho trovato il romanzo coinvolgente, non sono riuscita a staccarmi dalla lettura. Ringrazio ancora una volta la DeA per avermi dato la possibilità di scoprire il mondo di Aurora e la scrittura di Leonardo.
Vi lascio quindi con una domanda: se poteste, voi assumereste il Time Deal?
Io rispondo con "dipende". Un mio professore diceva sempre che la risposta il più delle volte migliore è proprio questa. Dipende se le persone che mi stanno accanto lo assumerebbero a loro volta. Credo infatti che il dramma peggiore sarebbe vedere coloro che mi stanno accanto invecchiare e morire. E vale anche l'opposto, se loro lo assumerebbero e quindi io invecchierei..non vi nascondo però che rimanere giovane per sempre non mi dispiacerebbe affatto. Ovviamente la realtà dispotica di Aurora lo rende "leggermente" più problematico!  

Release Party

Vorrei anche condividere con voi qualche parola sul "Release Party" organizzato in occasione del lancio di Time Deal.
Ringrazio sempre la DeA per l'invito. E' stata una splendida serata e ho potuto scoprire non solo Leonardo Patrignani come scrittore, ma anche come musicista ed intrattenitore.
Non è facile presentare il proprio libro, creare in chi ci ascolta la voglia di immergersi nelle pagine, ma, per me, lui ci è riuscito appieno. E' stata un'ora coinvolgente che è letteralmente volata! Se avete l'occasione, magari ad un firma copie vi invito a seguirlo perché è davvero simpatico e aperto ai suoi lettori. E soprattutto comunica una passione sfrenata per quello che fa, e credo che questo rimanga l'ingrediente più importante!

0 commenti:

Posta un commento

 

Bookitipy Template by Ipietoon Cute Blog Design