16 maggio 2017

Recensione • Il piccolo Caronte

Il piccolo Caronte di Sergio Algozzino e Deborah Allo
Casa editrice: Tunué
Genere: Fantasy
Collana: Prospero's Book Extra
Pagine: 144
Formato: 19, 5 x 27, brossura
Prezzo: 16,90 euro
Data d'uscita: Marzo 2017
Link d'acquisto: QUI

Trama

Caronte sparisce improvvisamente.
A riempire il suo posto lasciato vacante, e assumere la funzione di traghettatore di anime viene chiamato il piccolo Mono, che non ha per niente voglia di sostituire il padre e assumersi una tale responsabilità.
Caronte ha fatto la storia, ma Mono sarà all'altezza del suo compito?
Riuscirà alla fine a traghettare la prima anima?
Recensione








La casa editrice Tunué mi ha inviato tre graphic novel questo mese, tra cui "Il piccolo Caronte".
Mono è l'erede di Caronte, e per questo, alla dipartita del famoso traghettatore sarà chiamato a prendere il suo posto.
Certo è che il ragazzino non ne vuole proprio sapere di traghettare le anime che arrivano nell'oltretomba.








Con l'aiuto di tre strani personaggi però si accorgerà bene presto che il suo futuro "ruolo" (a Caronte non piace che si chiami "lavoro") è tutt'altro che scontato. Comprenderà infatti che dietro alla figura del padre Caronte c'è ben altro, che lo scopo è nobile e profondo.








Se mi seguite su Instagram sapete che ho apprezzato questo fumetto, come del resto ogni proposta della Tunuè fino ad ora.
Riescono sempre a stupirmi.
Nonostante spesso i volumi siano indirizzati prevalentemente ad un pubblico di piccoli lettori, i messaggi che si celano dietro i diversi racconti sono sempre forti. Qui troviamo certamente il concetto di "morte", ma non da solo, bensì affiancato alla "vita". Troviamo quelle che sono le speranze dell'animo umano e i grandi insegnamenti che scaturiscono soprattutto dai piccoli personaggi.

0 commenti:

Posta un commento

 

Bookitipy Template by Ipietoon Cute Blog Design