6 dicembre 2016

Book Tag • Animali fantastici

Buongiorno bibliofili, oggi vi porto un bellissimo Book tag ispirato al film "Animali fantastici e dove trovarli" che personalmente ho amato. Il booktag originario è stato creato da Frankie del blog "The Books Catcher", di cui vi lascio il link Animali Fantastici Booktag (Original) Il tag consiste nell'attribuire a ciascun animale fantastico un libro. Iniziamo!

Asticello
Creatura custode degli alberi, è immensamente difficile da riconoscere, essendo piccolo (l'altezza massima è di venti centimetri), ed è apparentemente fatto di corteccia e legnetti, con due piccoli occhi marroni.
Il libro più piccolo che possiedi: "Amsterdam"di McEwan. Non solo di poche pagine, ma anche come formato.
Celestino
È un insetto originario dell'Australia, è lungo circa 1,2 centimetri e di un vivace blu zaffiro; le sue ali sono fissate in cima alla testa e girano molto in fretta e all'estremità del corpo reca un lungo pungiglione sottile. Chi è punto da un Celestino soffre di vertigini seguite da levitazione.
Qual è, secondo te, una lettura "leggera"? "Come un romanzo" di Daniel Pennac. Penso sia un saggio veloce e leggero da leggere, nonostante lascia da riflettere.
Demiguise
Vive in Estremo Oriente, ma è molto difficile da trovare, perché è in grado di rendersi invisibile quando minacciato. Riesce a prevedere ciò che avverrà entro breve tempo e, quindi, per catturarlo si consiglia di non essere prevedibili.
Quale libro ti ha colpito, perché gli avvenimenti presenti nella storia ti hanno colto di sorpresa? "La verità sul caso Harry Quebert" di Dicker. In particolare un aspetto del finale, l'ho trovato davvero un colpo di scena inaspettato.
Erumpent
L'Erumpent è una grossa bestia grigia africana di grande potenza. Il suo corno può perforare qualsiasi materiale e contiene un fluido mortale che provoca l'esplosione di qualsiasi cosa venga trafitta.
Qual è un libro che ti ha segnato profondamente (positivamente o negativamente)? "1984" di George Orwell. Ricordo di averlo letto al liceo e ricordo, nonostante i distopici li ami, che mi lasciò parecchio triste, soprattutto per la fine, il che mi ha abbastanza segnata. Spero in futuro di avere l'occasione di rileggerlo e di apprezzarlo.
Graphorn
Grosso, di un viola grigiastro, con la gobba, ha due corna molto lunghe e affilate, cammina su grosse zampe dotate di quattro dita ed è di natura estremamente aggressiva. È un animale molto raro.
Hai un'edizione che non si trova più in giro? Una vecchia edizione verde acqua della Feltrinelli de "Il mercante di Venezia" di Shakespeare.
Occamy
L'Occamy è una bestia piuttosto schiva, ma diventa aggressiva nei confronti di tutti coloro che gli si avvicinano, soprattutto in difesa delle sue uova, dal guscio fatto dell'argento più puro e liscio; inoltre, è in grado di occupare qualsiasi tipo di spazio.
Un libro che leggeresti in qualunque situazione: "Fangirl" di Rainbow Rowell. L'ho davvero amato e non essendomi riuscita a staccare dalla lettura, penso lo avrei potuto leggere dovunque.
Purvincolo
Questa creatura è simile a un topo ed è abbastanza aggressivo. Anche se non è molto bello, le appendici che ha sulla schiena - simili a un anemone di mare -, se messe in salamoia e mangiate, accrescono la resistenza a incantesimi e maledizioni.
Qual è un libro che hai imparato ad apprezzare durante la lettura? "The Queen of the Tearling" di Erika Johansen. Ammetto che la prima parte può sembrare in parte noiosa, ma ne vale davvero la pena.
Snaso
Soffice, nera e dotata di un lungo muso, questa creatura sotterranea ha una predilezione per tutte le cose luccicanti. L'edizione più appariscente che possiedi: l'edizione inglese di "The Christmas Carola" della Penguin.
Tuono alato
Il Tuono alato è un grande uccello, nativo dell'Arizona, che grazie a un battito d'ali riesce a provocare una tempesta e che riesce a percepire il pericolo. Una delle case di Ilvermorny porta il nome di questa creatura fantastica.
Un libro che sconsiglieresti, da cui vorresti mettere in guardia i lettori: "Dreamology" di Lucy Keating.
Velenifero
Un po' farfalla un po' rettile, il Velenottero vive nel suo verde bozzolo, ma quando dispiega le ali diventa irresistibile. Risulta imbattibile per cancellare i brutti ricordi.
Qual è il libro di cui non ti ricordi il finale o alcuni passaggi? purtroppo della saga dell'Eredità in generale, della quale il primo libro è "Eragon" di Christopher Paolini

0 commenti:

Posta un commento

 

Bookitipy Template by Ipietoon Cute Blog Design